domenica 7 febbraio 2010

L'Incazzato: il quarto candidato, quello che nemmeno i sondaggisti considerano, l'entità contraddittoria.



Riprendo dal post precedente su Se non è vietato è obbligatorio di Dave Eggers, stavolta multimedializzando la cosa: video e link (piccoli utonti crescono 2.0). In questo modo dovrei completare la rassegna di profili elettorali minoritari offerti dal libro e con questo penso di aver fatto il mio buon servizio visto il clima elettorale.
Dicevamo l’altra volta: Eggers, Sergei e Nicky e tutte le critiche a candidato indipendente, il terzo; la signora Fogliani e la malattia mentale che deve avere per forza… Parlando di tutto questo Sergei e Nicky concordano che anche l’Incazzato ne deve avere di problemi. Lui è il quarto candidato e l'ironia di Eggers quasi annichilisce: anche un apolitico finisce comunque per ritrovare in questa descrizione qualcosa dello scenario politico che, in un modo o nell’altro, circonda pure lui. Vista la situazione, stavolta lascio interamente la parola a Dave e non aggiungo altre cose tedianti.

Un ultimo avvertimento:
quanto state per leggere potrebbe farvi ridere sguaiatamente e compiere movimenti bruschi. Non mi ritengo responsabile per danni dovuti a impatti con tastiera o schermi, angoli di tavoli o alle occhiatacce di amici o colleghi di lavoro. Io vi ho avvisato.
Parlare dei problemi mentali ricorda ai nostri due che c’è addirittura un quarto candidato, l’Incazzato – un vero caso patologico, una pletora di incongruenza… cosa che forse lo avvantaggia rispetto alla ragionevolezza della Fogliari - che ci viene descritto così dal narratore.

“L’Incazzato, candidato numero quattro, era appena salito sul podio, fuori dal raggio uditivo di Sergei e Nicky, ma anche da quella distanza si capiva benissimo che era incazzato. Si chiamava Roger Qualcosa, ma il fragore della sua rabbia sommergeva sempre il cognome. Era incazzato perché lo consideravano il candidato numero quattro, e non uno due o tre. Era incazzato perché i sondaggi non gli davano più punti; era incazzato perché gli elettori, che desiderava con tutto il cuore governare, e che amava con tutto se stesso, avevano il cervello così minuscolo, erano così imbecilli e così pecore da non rendersi conto che lui era la persona più qualificata per quel ruolo. Amava il suo paese così tanto che voleva cambiarlo da capo a piedi. Amava la California con tanto trasporto, ed era così fiero di tutto quello che la California aveva ottenuto nella sua storia, che voleva salvarla da se stessa e rivoltarla come un calzino. Paragonava spesso lo Stato a una nave; diventandone il timoniere, ne avrebbe raddrizzato la rotta. Questa metafora della nave gli piaceva un sacco e la usava spesso, ma un giorno, mentre parlava a una classe di tre studenti in una scuola serale d’inglese per immigrati, qualcuno osservò che un novellino dell’Assemblea di Stato probabilmente non sarebbe diventato subito il timoniere, magari invece avrebbe fatto il factototum, oppure l’assistente barista sul punto sole. La classe aveva ridacchiato, l’Incazzato si era incazzato ancora di più.”

Nei commenti del primo post ci si chiedeva chi fossero gli incazzati. Secondo me, da quanto dice Eggers, il popolo viola o altri movimenti di piazza (la facciata antipolitica di V-day, i girotondi Micromega inspired di un po' di tempo fa) non si candidano come candidati al ruolo di incazzati. Cioè, sì forse c'è rabbia, ma mi piace pensare che sia soprattutto indignazione costruttiva di cittadini che si attivano e, nel loro piccolo, qualcosa provano a farlo.
L'incazzato-doc è, secondo me, qualcuno che dentro la logica delle candidature e dei partiti ci sta eccome, ci ha sguazzato, ci ha mangiato e adesso si lamenta che ne ha più. Quelli che si lamentano di tutto e di tutti, senza una proposta e non rispondono neppure sul numero di iscritti (video docet) e si lamenta perchè non è entrato come vorrebbe nel Bengodi. Climax discendenti di incazzatura si possono ottenere quando a un privilegiato tocchi la pensione, l'autoblu, la scorta, la segretaria (vanno contati di festini?) o la mensa a sconto.
Scendendo ancora, pure il panettiere dai due forni e il bipartitismo tiranno , conditi con qualche propostina o due mani di fuffa nebbiosa di "coerente difesa della nostra linea politica", mi sanno tanto di discorso da incazzato-che-ha-studiato, di cui quindi riusciamo a capire sia il nome e il cognome e le parole che da urla si sono stemperate a predica domenicale per "fedeli" che si ritrovano lì per abitudine.

Ok, la prossima volta si parla di pirati e apprendimento. Arrrrrrrrgh!


Post correlati:

Il terzo candidato: il candidato eticoIO NON CI STO!
Il disastro idrico: diritto alla vita e acqua pubblica

Condividi

4 commenti:

  1. passiamo subito ai pirati e all'apprendimento, ché 'st'incazzati mi fanno perdere le staffe.

    anche se a questo punto dovrai pur concederci di scoprire come finiranno le elezioni di Eggers, sempre che lui stesso lo conceda. ^___^

    RispondiElimina
  2. Il video meriterebbe un post da sé. Ma, da campano, mi spieghi quei 26000 voti a Napoli e il 6,9% in un collegio?
    Comunque, vuoi la spoilerata? davvero? Secondo me abbastanza bene ;). Ok, ti do un aiutino: pensa al finale del nome della rosa e a quello della compagnia dei celestini...
    Ma davvero davvero non lo hai letto? Però, è vero, visto che si parla di campagna elettorale ci sta che a te piaccia meno che a me (vedi Verso occidente...). Corsari previsti a metà settimana, eheh!

    RispondiElimina
  3. uno dei miei problemi principali è una memoria selettiva che mi fa dimenticare anche libri bellissimi letti 3 giorni prima... i film li ricordo meglio: figlio e propugnatore della civiltà dell'immagine... bah... cose tristi per chi un tempo ha pensato che avrebbe scritto per il resto della propria vita. =)

    da campano ho davvero bisogno di spiegarti quei numeri? da italiano li hai già capiti perfettamente. =)

    comunque no, purtroppo non l'ho letto, ma l'avrei probabilmente ugualmente dimenticato (come - lo so, inorridirai, e inorridisco anch'io - ho dimenticato anche Verso occidente...), anzi potrei aver addirittura dimenticato di averlo letto. va così... è una vita intera che va così. =)

    attendo i corsari... ^___^

    RispondiElimina
  4. aarrrgh! io attendo di iniziare a capirci qualcosa. E visualmente faccio pena. L'ho ritrovato il forum, non mi ricordavo che il pulsante fosse così incriccato...

    RispondiElimina