martedì 15 giugno 2010

Luke, sono la tua pensione.


(Se siete giovani e volete una discussione più seria dell'argomento andate a vedere cosa dicono su NoiseFromAmerika su come ci stanno tassando. Se non avete un Fener a farvi da pensione sarà durissia. E guarderete ancora peggio i pensionati in bicicletta contromano o sul lato sinistro della carreggiata...)

Chissà cosa ne sarebbe dell’epico scontro con rivelazione finale tra Luke Skywalker e Anakin “Darth Vader/Lord Fener” Skywalker. Siamo in possesso di un’inedita rivisitazione ai giorni nostri dello scontro.

Mettiamo che Luke sia un fanatico dei centri sociali - che vi aspettate da Rosso 5?) - e che oramai sia scappato di casa per vivere il suo romanzo di formazione/psicodramma. Scontato, ma sempre meglio della foresta di Yoda. (Per compensare le lezioni di logica e il terzo escluso di Yoda, Luke legge i libri di Berto sulle logiche paraconsistenti).

Luke si scontra contro la multinazionale di Sith, nel senso che è sguattero lì dentro per un Oscuro Capo dal Capo Pelato (OCCP). L’oscura pelata è celata non con il mascherone, ma col parrucchino e il cerone. Nonostante tutto la voce del Capo è come quella di Umberto Bossi dopo l’operazione. Chhhhh!

Luccccch, fammi il chhhhhaffè. Chhhhazzo! Chhhh...

Ovviamente Luke finisce licenziato e, in quanto stagista, ovviamente non lo cassa(DIS)integrano (altro che i fulminatori imperiali in azione).
Luke decide di agire e, collegatosi a internet, scopre che in Francia stanno imprigionando i manager. Con i suoi amici nerd (D3BO e C1P8) pure loro licenziati, progettano una cosa simile.

I tre scapestrati riescono nella loro impresa, alla faccia del budget per la sicurezza alle stelle e dei bodyscanner. La tattica? Un venditore su Amazon.com di un amico di Tarantini e una telefonata all’agriturismo di Patrizia D’Addario (altro che quel pappone Jabba e Mos Eisley).

Il vertice della tensione lo raggiungiamo quando Luke rimane solo con l'Oscuro Capo dal Capo Pelato, per l'occasione anche incerato e imparruccato. Luke - mentre gli rinfaccia le malefatte del capitalismo industriale, leggendogli passi della Klein e del meglio del repertorio retorico del buon sindacalista - lo sta anche incappucciando (col metodo Guantanamo).

OCCP non può che uscirsene con:

Luke, io sono la tua pensione”.

Per il lieto fine stile “Torna a casa (Agnelli) Lapo” manca solo la firma di Luke a fare l’amministratore delegato della Sith (che, ovviamente, si occupa di telefonia).
Povero George Lucas, poveri noi.








Condividi su FB

Post correlati
Macelleria sociale e rimborsi elettorali
Il quarto candidato: l'incazzato
Non ci sto!

Nessun commento:

Posta un commento