domenica 1 maggio 2011

Comunali Novara: intervista a Riccardo Banfo

Quando chi giocava con te a tennis svolantina per le elezioni comunali è tempo di farsi delle domande, e soprattutto di farle al diretto interessato. Il tema sono le solite, noiose, elezioni comunali a Novara (15-16 maggio, salvo casini gheddafiani, nucleari, giudiziari, etc). L'uomo oltre la siepe (in questo caso ho usato Facebook, incredibile...) è Riccardo Banfo (born 1989). Non ha un suo sito, ma lo trovate su FB con un profilo utente.

1) Sento parlare spesso di costi della politica (e, quando le ho cercate, ho trovato queste cifre folli). Inoltre mi sono giunti rumours di spese pazzesche anche solo per invitare un europarlamentare... Ora, tu sei in candidato con tanto di santini e ci metti la faccia. Quanto costa tutto ciò? E, soprattutto, chi paga?
Per quanto mi riguarda non so quanto costa la politica io di spese pazzesche non ne sono al corrente perchè non è una realtà che mi compete. In quanto ai santini i soldi li devo mettere io ma il contributo è basso. Mi sembra anche giusto che chi si vuole candidare debba comunque mettere dei soldi di tasca sua per portare avanti la campagna elettorale. Il partito comunque aiuta in caso si voglia organizzare un aperitivo o qualcosa di simile per farsi conoscere meglio.



(A me la prima frase lascia abbastanza perplesso, tutto quello che segue, visti i dati dei rimborsi anche. Se non ci fossero i rimborsi mi tornerebbe il discorso, così mi sembra rubare a scapito dei giovani che si vogliono impegnare...)

2) Come arrivi alla scelta di candidarti? (Penso sia seriamente un impegno non da poco, una scelta che non si fa a cuor leggero)

Concordo anche io nel pensare che la candidatura non sia una scelta facile da prendere; tuttavia ritengo importante la presenza di giovani all'interno dello scenario politico. Questa mia scelta, comunque, è stata motivata da due fattori:
a) L' UDC a Novara è stato completamente ricostruito e questo, a mio avviso, è un aspetto importante perchè tutti gli interessati possono e devono dare un aiuto per portare avanti un progetto che ha in capo una persona valida come quella di Antonio Pedrazzoli, padre di famiglia e avvocato.

b) Come ho già detto prima la politica ha bisogno di giovani capaci di lavorare per il proprio paese. Spero di poter dare il buon esempio nel mio piccolo e riuscire a trascinare altri giovani nella politica.

(Valido = padre di famiglia e avvocato? Quindi anche il buon ACB, che mi ha aiutato a capire qualcosa sulla registrazione delle lezioni è valido. A questo punto bisogna vedere quali sono i progetti. Sulla storia dei giovani, ecco, non vedo quale sia l'argomento che giustifichi il "la politica ha bisogno di giovani capaci di lavorare per il proprio paese" se non "la politica ha bisogno di giovani capaci di lavorare per il proprio paese").

2a) Che esperienze politiche/sociali hai (se ne hai, non è detto che non averne sia un difetto... parliamone...)?


Non ho esperienze politiche, questa è per me la prima volta che entro in politica, e quindi non posso avere esperienze di alcun genere al riguardo. Tutto quello che so di politica è quello che vedo con i miei occhi e quello che presentano i quotidiani e i telegiornali.
Di esperienze sociali invece ne ho avute decisamente di più in particolare a contatto con i bambini. Sono stato animatore del Grest presso l'oratorio di S. Martino e tutor per i bambini del circolo "Tennis Novara". Quest' inverno sono stato organizzatore e accompagnatore del dello sci club dell' oratorio di S. Martino a contatto con bambini, ma anche con molti adulti tra cui i genitori dei bambini (partecipavano anche loro alle gite).
Tornando al discorso di prima per me non avere esperienze nel campo politico non è un handicap perchè così posso osservare i fatti in modo più oggettivo e lucido dato che tutto ciò che mi capita per me è nuovo. Comunque non sono da solo ci sono anche persone esperte in materia intorno a me in grado di darmi buoni consigli e sostenermi. E ancora il fatto di non avere esperienze politiche precedenti è legato al fatto che ho 21 anni e sono sicuramente uno dei candidati più giovani!!

(Quotidiani e telegiornali: quali? Peccato manchi il web. Sic).

3) Per cosa ti candidi di preciso e qual è il tuo programma per il posto che speri di ricoprire? 


Mi candido per diventare consigliere comunale e cercare in qualche modo di rappresentare il mio partito: l' UDC. Il mio programma è rivolto ai giovani perchè anche io, in quanto tale, penso di poter rappresentare parte di essi. Nella formulazione del programma ci siamo incentrati su diversi problemi tra cui:
- Il Lavoro che ovviamente abbiamo messo come primo punto perche è il quesito che, secondo il nostro parere, ha bisogno di maggiore attenzione in quanto la situazione non va bene. I giovani non trovano lavoro. Chi lavora è solitamente pagato poco. E dunque le cose da fare al riguardo sono parecchie.
Abbiamo dato importanza anche alle agevolazioni che il comune dovrebbe impegnarsi a dare per i pendolari che ogni giorno devo fare viaggi in treno con nessun confort. 
- La Biblioteca che dovrebbe fornire un servizio migliore ad una città come Novara. Inoltre la sede stessa dove è attualmente ubicata è a dire poco decadente. Gli studenti novaresi meritano di più.
- Gli Oratori che spesso sono "snobbati" dai giovani perchè li reputano troppo legati a un qualcosa che fa paura a molti: La fede. In realtà stare in oratorio significa avere esperienze diverse dal solito come per esempio badare ai bambini, organizzare giochi e lavori di gruppo, interagire con altre persone, preparare sagre e feste di quartiere, e anche organizzare tornei sportivi. Tutte queste cose posso sembrare attività di second'ordine ma secondo me hanno un grande valore educativo per i bambini ma anche per gli animatori stessi.
- La Meritocrazia cioè cercare di ridurre al minimo le raccomandazioni per far sì che il sistema funzioni come si deve. Cioè chi merita una carica la riceve e non chi ha più conoscenze. é logico che attuare in toto questo progetto sarà impossibile ma in buona arte è una proposta molto valida.
 - Le Proposte dei giovani: questo è un punto introdotto da me, è un iniziativa basata sul chiedere ai giovani che cosa vorrebbero cambiare, eliminare o introdurre nella propria città. Questa proposta è stata apprezzata dalla maggioranza dei giovani!

(Wow! che bello! ci sono delle proposte! La prima frase rimane agghiacciante, credo. Non dovresti rappresentare chi ti vota e poi, per male necessario, il partito? Sugli oratori (pardon, Oratori) poi... ehm, come dire... stato laico? Cioè, il fatto che chi governa non sia capace di fare politiche sociali sui giovani e non solo e DELEGHI (colpevolmente) alla Chiesa non vuol dire lavarsene le mani e dare campo alla Chiesa (Oh, yes, penso proprio a Cattaneo e al PD alle regionali).
Certo, a Novara bisogna ringraziare che ci siano, gli oratori. Ma è tremendo che tutte le forze politiche la menino con gli oratori e nessuno si degni di proporre un pre/post scuola comunale... Ma io vengo da una landa tutta particolare, quindi forse l'è un problema mio). 

3a) Quale pensi che sia l'elettorato del tuo partito e, all'interno di questo, l'elettorato che può scegliere te? (Ok, la domanda fa molto marketing, ma penso che chiunque si candidi a queste cose ci pensi)


L'elettorato del mio partito sarà sicuramente chi vuole scegliere un' alternativa valida tra le varie fazioni politiche in gioco. Per quanto riguarda me penso che come prima esperienza mi accontento dei voti che mi daranno gli elettori. Non faccio pronostici.:)

4) Com'è vivere all'interno di un partito? Mi puoi dire come funziona (riunioni, incontri, formazione, etc etc)?


Vivere in un partito è abbastanza impegnativo soprattutto in questo periodo perchè si hanno riunioni, conferenze, confronti ecc... Poi logicamente dipende anche dal clima che si instaura all'interno del partito. Io devo dire la verità che ho trovato di fronte a me gente disponibile e nello stesso tempo pronta a rimboccarsi le maniche per lavorare e cercare di costruire qualcosa di positivo.

(Occhio, rimboccarsi le maniche è lessico bersaniano!)

Passiamo alle note dolenti.
In ambito locale

5) Perchè quando ci siamo visti stavi volantinando per il candidato sindaco (che tra l'altro non mi sembra fosse presente al banchetto) e non per te? Lo slogan invita a scegliere la persona... ma se le persone della lista parlano tutti della stessa persona a me sembra un po' in contraddizione. Scelta tua? Imposizione dell'alto del partito?


Semplicemente perchè quando ci siamo visti i miei santini erano ancora in fase di stampa (come tra l'altro quelli di quasi tutti gli atri candidati del partito). La scelta di distribuire i volantini del candidato sindaco e non i miei era quindi obbligata.

6) Non hai dei profondi dubbi sul "terzo polo"? Ora, già nel nome ricorda il "terzo mondo" ma, soprattutto, sa molto di "polo raccogliticcio". Inoltre, ecco, mi puoi spiegare meglio il progetto politico? Nel senso: Casini (exDC) + Fini (ex fascista con un certo piglio per svoltare con buone trovate di marketing). Come possono edificare qualcosa insieme? Mi sa tanto di analogo alla "grande coalizione contro Berlusconi". Un'etichetta buona per le elezioni, ma che difficilmente può far qualcosa in caso arrivi al potere.
E, inoltre, ecco... c'è pure l'ombra lunga di Montezemolo.
Non mi sembra affatto nuova politica... però forse sbaglio qualcosa.

Innanzi tutto la nostra politica non è indirizzata a far cadere Berlusconi in quanto tale, noi critichiamo le scelte e le idee sbagliate e quindi in questo caso diversi atteggiamenti assunti dal governo berlusconi. Una coalizione contro Berlusconi è invece più tipica di altre forze politiche che basano la loro campagna elettorale su critiche ad altri e non su un programma concreto.
Inoltre se il terzo polo reggerà così com'è si potrà dire solo in futuro. E ancora  l' UDC ha un radicamento piuttosto forte io comunque posso darti informazioni per quanto riguarda il territorio, il governo dello stato ancora non mi compete.

(YES! Se hai dei dati (=Numeri + Fonte) più che volentieri! Non vedo l'ora. Per il resto, a livello nazionale l'Unione un programma ce l'aveva ed era anche riuscito a portarci su abbastanza l'attenzione. Peccato che fosse illeggibile. Ora, a dirla tutta, temo che buona parte dei programmi non solo sia illeggibile, ma anche comica. Se non l'hai già visto ti segnalo questa perla di Bojafauss)

E per finire due domande bonus:


B1) Che mi dici dello scenario elettorale novarese?
Lo scenario politico novarese è, come in tutti i comuni di medie dimensioni piuttosto complicato. Non me la sento e non è di mia competenza fare ipotesi sui risultati finali delle elezioni del 15-16 maggio. Comunque che ognuno faccia il proprio "gioco" che siano di destra di sinistra o di centro; si potrà dire solo alla fine chi sarà il vincitore. Anche se in realtà il vincitore dovrebbe essere il cittadino fiero della scelta che ha fatto, e non il politico entusiasta del posto che gli sarà conferito; come aveva detto anche il candidato sindaco Antonio Pedrazzoli dovrebbero essere i cittadini che ringraziano i politici che hanno il coraggio di assumersi la responsabilità di governare il paese e non il contrario!!!

(L'ultima parte la farei firmare da tutti i candidati. Sulla prima rimango perplesso: vi candidate e fate una campagna elettorale SENZA dati? Cioè, non ci credo!)


B2) Improvvisazione libera a tema "giovani e politica": meglio se in chiave locale e senza troppa Minetti.
Non so darti una risposta che riguarda tutti i partiti. Per quanto riguarda l'UDC lo spazio lasciato ai giovani è ampio. Abbiamo un buon gruppo di giovani di età compresa tra i 20 e i 30 anni circa.
In generale comunque i giovani si tengono lontani dalla politica alcuni per paura altri per saturazione cioè non sono fiduciosi in ciò che possono fare i politici per questo io ritengo importante che uno di loro (come sono io) riesca in qualche modo a far prendere coscienza di ciò che i giovani possono fare realmente nella politica. I giovani hanno bisogno di risposte forti dalla politica ed è arrivato il momento di darle!!

(Mh, what if i giovani si tenessero lontani dalla politica oltre ai motivi che hai detto anche per dignità? ;))

Post correlati: